Da inserire:

SHIVA SKUNK FEM - 3 semi FEM - Sensi Seeds

28.00EUR

Il più potente membro della famiglia Skunk e, pertanto, uno dei più potenti ceppi a dominanza Indica mai prodotto, questo ibrido speciale è stato nominato in onore del dio Indù Shiva, Signore di Bhang. 
I semi di Shiva Skunk sono stati un successo immediato quando furono presentati nel 1987 come NL#5 x Sk#1. Questo semplice titolo stimolò da subito l´interesse di tutti i coltivatori che conoscevano le due piante progenitrici. La creazione di un nuovo ceppo di cannabis che combina genotipi distinti e stabili è sempre un evento notevole e, quella particolare stringa di lettere indicava qualcosa di straordinario. 


NL#5 x Sk#1 offriva ai coltivatori il gusto di una "cannabis al cubo"- un superibrido che racchiudeva in sé i due ceppi più potenti di cannabis all´epoca conosciuti. Prima di essere formalmente nominata, la Shiva Skunk si era già creata una reputazione nella coltivazione della marijuana. Ora Sensi Seeds ha portato la Shiva Skunk a compiere un passo ulteriore, presentando uno dei ceppi più amati di tutti i tempi come varietà uniforme, affidabile ed interamente femminilizzata! 


Entrambi i progenitori influenzano la struttura della gemma prolifica e si manifestano nella potenza dei semi Shiva Skunk femminilizzati. Dalla fioritura tardiva, le sue gemme incrementano notevolmente la sua massa e la sua densità, coprendosi di uno strato unico di resina, retaggio dell´unica vera Northern Lights #5. Lo straordinario vigore dell´ibrido fa sì che la Shiva Skunk femminilizzata superi, addirittura, i suoi progenitori in termini di resa e di contenuto di resina.


Il suo profumo è muschiato arricchito di un dolce sottotono di agrume; il fumo è denso espansivo e resinoso, descritto come "cremoso" dai veterani, alle volte "oleoso" o "pesante" dai novellini. 

Immagini e testo tratti da Sensi Seeds

ATTENZIONE: i semi di cannabis sono esclusi dalla nozione legale di cannabis, ciò significa che essi non sono da considerarsi sostanza stupefacente (L. 412 del 1974, art.1, comma 1, lett. B; convenzione unica sugli stupefacenti di New York del 1961 e tabella II del Decreto Ministeriale 27/7/1992). In Italia la coltivazione di cannabis è vietata (art. 28 e 73 del DPR 309/90) se non si è in possesso di apposita autorizzazione (art. 17 DPR 309/90): pertanto questi semi potranno essere utilizzati esclusivamente per fini collezionistici e per la preservazione del patrimonio genetico. Questi semi sono commercializzati con la riserva che essi non siano usati da terze parti in conflitto con la legge. “Campo di Canapa” si solleva da ogni e qualsiasi responsabilità derivante dall’uso improprio del prodotto fornito. Tutte le informazioni contenute nelle pagine del sito web, sugli opuscoli e sul materiale promozionale ha scopo puramente informativo e non intende in alcun modo condonare, promuovere o incitare l’uso di sostanze illegali.


Da inserire: